Il programma elettorale di Impazzito.it

Impazzito.it decide di scendere in campo contro il qualunquismo, e la mancanza di idee che caratterizza i partiti politici dello stivale.

Impazzito.it scende in campo, a cazzo dritto, contro le ingiustizie sociali e contro i veri cancri dell’occidente: le banche e la religione.

Questo è il programma di Impazzito.it, un programma in 10 punti, per cambiare a cazzo dritto il paese e la democrazia.

Un programma per stipulare un nuovo contratto sociale.

  1. Nazionalizzazione delle banche. All’inizio del novecento, negli stati uniti le banche erano TUTTE pubbliche.
    Era considerato follia dare ad un privato il potere di signoraggio. A questo potere, nell’era della finanza, si è aggiunto anche l’arbitraggio, (la speculazione su temporanei disallineamenti del mercato, che permette di comprare oro a Londra e venderlo a New York avendo un profitto sicuro ed istantaneo) che ogni giorno consegna nelle tasche dei banchieri profitti enormi e senza rischi.
  2. Abolizione dei finanziamenti ai partiti. Questo si spiega da solo.
  3. Abolizione ai privilegi della chiesa italiana, e rimozione di tutti i simboli religiosi da tutti i posti di vita pubblica. Io abolirei direttamente la chiesa italiana, ma tralasciamo… in fondo le persone hanno diritto di pensare tutte le stronzate che vogliono, senza però pretendere che io inghotta la carne di un dio zombie mentre sono in contatto telepatico con lui e lo chiamo Maestro.
  4. Costituzione di una res pubblica in internet, un luogo di discussione e di votazione. Con delle tappe prestabilite in cui vengono pubblicate le variazioni di legge. Ogni 6 mesi vengono emesse le leggi, discusse su internet. Al governo in carica resta il compito di emettere i decreti per le emergenze, decreti che devono essere confermati dai cittadini su internet nei 6 mesi successivi.
  5. Accorpamento e chiusura degli enti e dei ministeri inutili. Tra cui le famose province.
  6. Impossibilità di avere più di una carica pubblica contemporaneamente, incandidabilità per chi ha sentenze penali definitive in cassazione.
  7. Contributi detassati per chi assume a tempo indeterminato.
  8. Consumi completamente detraibili dalla dichiarazione dei redditi. Qualsiasi scontrino può essere scalato dalle tasse, tramite tesserino sanitario. Evasione fiscale polverizzata, i cittadini hanno interesse a farsi fare scontrini e fatture.
  9. 5 anni a tasse 0 per chi investe in energie rinnovabili ed in opere a tutela del patrimonio artistico nazionale.
  10. Prostituzione e droghe legalizzate. Con questa mossa, le entrate della mafia servirebbero a costruire cliniche e welfare per persone che comunque sarebbero drogate, e case chiuse per donne che comunque sarebbero mignotte. E ci avanzerebbe anche un altro gruzzoletto per fare il cazzo che ci pare.

In questo modo, l’ingerenza del Vaticano sarebbe arginata, la corruzione nello Stato disintegrata e le entrate della mafia completamente azzerate.

Con questo programma elettorale si risolvono magicamente tutti i problemi di mancanza di liquidità, abolendo i veri sperchi ed assicurandoci entrate sicure.
Infatti il l’arbitraggio e ed il signoraggio, un tempo pratiche di guadagno affidate ai governanti, ora sono entrate enormi per soggetti privati che possono comprare la democrazia ed i nostri governanti.

Questo è il programma che dobbiamo attuare, e non possiamo aspettare che l’Estamblishment decida di essere compassionevole e di ridarci ciò di cui ci ha privato nel corso dei secoli, con il potere delle fonti energetiche, del signoraggio e della coercizione.

Riprendiamoci lo stato di diritto, è ora di un nuovo contratto sociale.

Appoggia a cazzo dritto il movimento Impazzito.

Proudly powered by Hexo and Theme by Hacker
© 2017 RdV