Premio impazzito.it di novembre: Microfox3000

Tantissimi lettori immaginari affollano la mia mente con una domanda ricorrente:
“Può una persona giuridica vincere il premio impazzito.it del mese?”
La risposta è: fortissimamente si.
Infatti il premio impazzito.it va ad una persona giuridica presente con forza nel territorio dell’ostiense, la microfox srl.
Un negozio di elettronica che per anni ha massacrato i piccoli negozi del territorio vendendo a prezzi stracciati ogni gingillo elettronico che possa solleticare la voglia di hi-tech di grandi e piccini.
Per diversi motivi (la crisi economica, le migrazioni degli uccelli, il governo ladro, la pedofilia nella chiesa e molto altro ancora) la persona giuridica ha dichiarato fallimento (con molta gioia dei fornitori) e nel sito internet troviamo una bellissima pagina che riporta le motivazioni di cotale scelta.
Che può riassumersi in 3 punti:

  1. L’Italia è una merda, tutti rubano.
  2. Noi abbiamo provato a rubare ma ci è andata male.
  3. Ergo dichiariamo bancarotta, inculiamo un botto di soldi ai fornitori, prima di cambiare lavoro.

In stile Vieni via con me, riportiamo un elenco delle domande che sono state fatte, con una risposta che spesso è il corollario all’enunciato della domanda.

  • Domanda: Perché quando vengono come commandos a chiederti le tasse, ti domandi dove fossero quando non avevi un centesimo e cercavi qualcuno che ti aiutasse anche solo a comprendere come fare i primi passi e dove trovare la prima misera manciata di soldi.
  • Risposta: Erano a spendere tutti i soldi che ti avevano tolto
  • Domanda: Perché l’energia elettrica, fonte di produttività e di ricchezza costa il doppio rispetto agli altri paesi europei che la generano e ce la vendono.
  • Risposta: Facile perchè la generano e ce la vendono. Quindi costa di più di quanto costa a loro. Cmq tranquillo, la nuova centrale nucleare di garbatella risolverà ogni problema energetico.
  • Domanda: Perché in questo paese si invidia chi ha di più, anche poco di più, non avendo imparato che se c’è chi ha di più sarà per merito dei propri sacrifici e delle proprie notti insonni.
  • Risposta: Vero per pochi (in italia), vero per molti (in america). Purtroppo nel nostro paese ha molto chi ha molte conoscenze e coltiva relazioni sociali di stampo camorristico.
    Ora si arriva a delle frasi che se capitassero sulla scrivania di Feltri sarebbero pubblicate immediatamente a titoli cubitali il giorno dopo su Il giornale.
  • Domanda: Perché in altri paesi senti parlare con gioia e vanto delle nuove linee di treni ad alta velocità mentre qui si grida allo scandalo ambientale e all’esproprio dei terreni.
  • Risposta: … stai bene così
  • Domanda: Perché i grandi ponti e le colossali e moderne opere architettoniche degli altri paesi sono i luoghi visitati da ogni turista italiano mentre in patria, il ponte sullo stretto è dagli stessi individui giudicato un latrocinio, uno scempio ambientale nonché una oscenità estetica.
  • Risposta: Forse perchè lo è?
  • Domanda: Perché nessuno si accorge che le conquiste sindacali degli anni di piombo pur essendo basate sulla equità e sulla giustizia sociale stanno comportando per l’Italia la fuga degli investimenti privati. Si dice sempre ma nessuno capisce che questo vuol veramente dire: NOI CHE FACCIAMO IMPRESA VI MOLLIAMO PER STRADA, CE NE ANDIAMO IN PAESI CHE CI AMANO, CI INCENTIVANO E CI INVOCANO A GRAN VOCE COME PORTATORI DI OCCUPAZIONE E DI BENESSERE.
  • Risposta: Immagino che uno di questi grandi paesi sia la cina o la serbia
  • Domanda: Perché le vie e le piazze che fanno da cornice a tutta questa vita romana fanno pietà. Perché a Montesacro e a Centocelle ci sono pini piantati letteralmente in mezzo alla strada. Perché in ogni quartiere si contano decine di degradate, misere, buie e povere stradine senza uscita. Perché i tre centri commerciali più grandi della capitale dispongono di parcheggi labirinto costruiti con la stessa “logica” con cui è stato costruito il “quartiere alveare” Marconi (e tanti altri). Perché le strade che portano ai grandi centri commerciali sono misere e inidonee al traffico che devono sostenere.
  • Risposta: Insomma le tasse non le vuoi pagare, però vuoi le strade senza buchi e pini…
  • Domanda: Perché qui, sono in troppi ad essere organizzati per scaricare le proprie frustrazioni attraverso l’abuso psicologico in famiglia, la pornografia e le perversioni sessuali, le manie, lo sballo da assunzione di stupefacenti, l’utilizzo sfrenato di videogames, la visione compulsiva di film che facciano fuggire dalla realtà.
  • Risposta: Sentire un rivenditore di elettronica dire queste cose è come sentire un trafficante di armi che si lamenta di quanti negri del cazzo affollano le strade con un uzi 9mm
  • Domanda: Perché nelle scuole pubbliche a formare le nuove generazioni ci sono faziosi catto-fascisti, catto-comunisti, pseudo rivoluzionari, sinistro-catto-depressi, sinistro-confusi, demo-storditi… Mai nessuno che spieghi i mercati ed insegni ad imparare da chi si arricchisce costruendo e creando. Mai nessuno che insegni che un ricco egoista e sbruffone è probabilmente soltanto un eccentrico creativo che vuol trasformare la propria vita in una emozionante avventura e che per questo va preso come esempio che migliora il mondo e combatte la monotonia dell’uguaglianza e della depressione cronica.
  • Risposta: Qualcuno spieghi al fascio-esaltato, all’anarco-liberal o radical-monetarista che se c’è una cosa che l’economia insegna ora all’università è che la mano invisibile è una stronzata colossale. Gli interessi individuali rimangono tali e se non regolamentati diventano dei mali collettivi.
  • Domanda: Perché le imprese cinesi ci costruirebbero in un decimo del tempo e con la metà del denaro delle magnifiche strade ed autostrade multi corsia nonché delle superbe ferrovie con treni a levitazione magnetica.
  • Risposta: Potremmo farlo anche noi, basterebbe abolire la costituzione e ripristinare la schiavitù. Tanto il duce ce l’abbiamo già.
  • Domanda: Perché dopo tante frustrazioni è troppo bello essere diventati un’altra gocciolina che alimenta quel bel mare… Quel mare di aziende italiane che chiudono i battenti alla faccia di tutti i parassiti e le “sanguitasse” che inevitabilmente si impoveriranno sempre di più e che, lo speriamo col cuore, periranno con in mano la bandiera della propria fancazzista e passiva ingordigia.
  • Risposta: Immagino che tu, da paladino del liberismo, prima di dichiarare bancarotta abbia pagato fino all’ultimo i tuoi fornitori, perchè tu non sei un parassita che chiude tutto e lascia i buffi come Tanzi, vero?

Proudly powered by Hexo and Theme by Hacker
© 2017 RdV